Adottava gatti dagli annunci, e li torturava!

killer dei gatti a bergamo

E’ accaduto a Bergamo, a Trescore Balneario, dove un quarantenne è finito sotto accusa per aver torturato ed ucciso alcuni gattini nel 2014. Il “killer dei gatti” di bergamo è stato condannato a due anni di reclusione per stalking ed un anno di libertà vigilata con obbligo di sottoporsi a delle cure che gli verranno prescritte, in base alla decisione del Tribunale del capoluogo lombardo.

Nonostante accusa e difesa avessero chiesto congiuntamente l’assoluzione dell’uomo, la sentenza è stata di condanna. Il pm aveva infatti tenuto conto dell’esito di una consulenza psichiatrica chiesta dal difensore, dove risulta che il quarantenne soffrirebbe di un disturbo antisociale di personalità che comprometterebbe gravemente la sua capacità di volere, incidendo in parte anche su quella di intendere.


Il difensore del “killer dei gatti” ha inizialmente puntato sull’insussistenza del reato di stalking e poi sull’esito della consulenza. La vittima di stalking sarebbe infatti una delle persone contattate dal quarantenne durante la sua ricerca di gattini tra gli annunci online sui vari social: secondo quanto contestato nel processo per maltrattamenti, l’uomo cercava annunci in cui si regalavano gattini e poi li sottoponeva a torture fino a ucciderli.

La decisione è stata presa dal giudice nonostante accusa e difesa avessero chiesto congiuntamente lʼassoluzione, ma fortunatamente questa volta il killer dei gatti è stato fermato.

Articoli Simili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top
ItalianEnglishFrenchGermanRussianSpanishPortugueseArabicJapaneseChinese (Simplified)