Gatti e Primavera: Allerta Fiori TOSSICI!

Allerta fiori tossici per i gatti

Il gatto è un animale che adora esplorare. Naturalmente curioso, ha la natura tipica del cacciatore. Con l’avvicinarsi della primavera, tuttavia, ci sono dei piccoli provvedimenti che dobbiamo prendere per mantenere i nostri pelosi in salute. Molti proprietari di gatti, li lasciano liberi di esplorare, soprattutto in presenza di un piccolo spazio all’aperto. Il giardino è un luogo affascinante per un gatto, dove può sdraiarsi a prendere il sole e annusare l’aria fresca e pulita.

Quali sono i fiori che potrebbero mettere a rischio la vita dei gatti?

Il problema è che naturalmente in primavera non si risveglia soltanto il sole: i fiori crescono rigorosi, le piante si animano e l’erba è fresca e pulita. Quali sono i pericoli che potrebbero mettere a serio rischio la salute dei nostri mici? E quali sono i fiori a cui dobbiamo prestare attenzione?


I fiori sono stupendi e i nostri mici ne sono naturalmente attratti. Tuttavia, sarebbe opportuno evitare ogni contatto con i fiori tossici, che potrebbero fare serialmente del male al gatto. Se avete in mente di sistemare il giardino, non dovete assolutamente scegliere determinati tipi di piante e di fiori. Vi forniremo un elenco in cui specifichiamo perché e quale sostanza è nociva per il gatto:

  • Tulipani e Giacinti: sono rigogliosi e bellissimi, ma dobbiamo avvertirvi: stelo e petali non comportano alcun problema, se rosicchiati, ma all’interno del bulbo è presente una sostanza altamente tossica, che mette a rischio la salute del gatto. I sintomi che si presentano sono vomito, diarrea, respirazione difficoltosa, problemi cardiaci.
  • Narcisi: un fiore davvero affascinante, che tuttavia contiene l’alcaloide licorina, una sostanza che provoca infiammazione alle fauci e salivazione incontrollata. L’assunzione estrema porta a diarrea, vomito e problemi respiratori.
  • Gigli: questo fiore è altamente sconsigliato. L’ingestione dei figli potrebbe portare alla morte il vostro peloso, nel giro di pochi minuti. Dovrete agire immediatamente, qualora trovaste il vostro gatto nelle vicinanze di un giglio. Fate molta attenzione: prevenire è meglio che curare.
  • Mughetto: questo genere di fiore è presente in moltissime varietà ed è anche uno dei più diffusi. Anche questo, come i gigli, potrebbe causare la morte nel giro di pochi momenti. Il nostro consiglio è di evitare la presenza di queste piante e sceglierne alcune che non causano alcuna grave conseguenza se ingerite accidentalmente.

Come comportarsi se un gatto mangia i fiori definiti tossici?

Se il vostro gatto dovesse mangiare un fiore, magari non nel vostro giardino, ma in quello di qualche vicino, un tempestivo intervento potrebbe salvargli la vita. Portatelo immediatamente dal veterinario più vicino e lui saprà come comportarsi e quali misure adottare per causare il vomito nel gatto e ripulire il suo organismo dalla tossicità dei fiori.
Essendo estremamente curioso, non potrete controllare il gatto 24 ore su 24. Potrete curare ugualmente il vostro giardino, magari riponendo negli spazi più in alto i fiori che amate ma che fanno del male al vostro gatto. In questo modo, il gatto difficilmente riuscirà a raggiungerli e non accadrà nulla di brutto.

La tossicità dei fiori non è un elemento da prendere sottogamba. Fate molta attenzione e diffondete la notizia.

Articoli Simili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top
ItalianEnglishFrenchGermanRussianSpanishPortugueseArabicJapaneseChinese (Simplified)