5 Errori da Evitare per il Bene del Micio

5 errori comuni che si fanno con i gatti

5 Errori Comuni da Evitare per il Bene del Vostro Micio

I nostri gatti sono super coccolati. Il gatto è un essere molto furbo, che sa benissimo come farti pena e ottenere più crocchette. Sì, anche il gatto, come il cane, può assumere dei comportamenti furbeschi per i suoi scopi. Tuttavia, ci sono dei comportamenti che teniamo con lui, di solito, che non andrebbero reiterati nel tempo. Di seguito vi spieghiamo quali sono gli errori da evitare più comuni che facciamo noi padroncini di gatti.

Quali sono i più comuni errori da evitare che facciamo con il nostro gatto

È bene, per esempio, non parlare a voce molto alta con il gatto. L’udito del gatto è molto delicato e potrebbe incorrere in danni se ode un rumore molto forte. Se sta facendo qualcosa di sbagliato, urlare un “No” a voce alta non servirà a molto. Il gatto tende a comprendere più gli atteggiamenti degli umani, che le loro parole. Infatti, è molto probabile che dopo quel “No” il gatto continuerà a fare ciò che stava facendo, non avvertendolo come un pericolo o un atteggiamento sbagliato. Educare un gatto è un procedimento lungo, fatto di gesti e comportamenti, più che di parole.
Un altro comportamento sbagliato è aspettarci che il gatto abbia dei comportamenti prettamente da cane. A parte alcuni, che sono universali per tutti gli animali, difficilmente il gatto vi risponderà ai comandi del cane. Cercate di comprendere il suo carattere e di comportarvi di conseguenza. Leggete le gestualità del gatto e imparate a riconoscere i segnali di pericolo e di affetto. Affidatevi anche al consiglio di un veterinario, qualora aveste problemi ad educare il gatto.


Educare un gatto è un procedimento che richiede pazienza

Uno degli aspetti più importanti del gatto è il cibo. Il gatto si è evoluto nel corso del tempo; inizialmente, infatti, capitava che non bevesse per lunghi periodi. Da dove il suo organismo prendeva l’acqua, allora? Dalle sue prede. Si tende a dare spesso troppe crocchette al gatto, tralasciando una dieta umida, per cui, invece, è indicato. Alternate crocchette e cibo umido; molti padroni si lamentano che il gatto beve poco. È normale e non dovete preoccuparvi. Se vi preoccupa l’odore di umido, mettetelo a piccole dosi nella ciotola: in questo modo, il gatto lo mangerà subito.
Solitamente, la ciotola del gatto deve essere sempre piena di acqua fresca. Il gatto è un animale molto schizzinoso: non mangia umido avanzato e non beve acqua che non sia a temperatura ambiente. Sul mercato, potrete trovare molti prodotti che conservano la temperatura dell’acqua e la rilasciano solo quando il gatto va a bere.

Gatti: animali affascinanti

Ricordatevi inoltre che è molto importante pulire spesso la lettiera. I sensi del gatto sono molto acuiti, soprattutto il suo naso. Se noi non percepiamo normalmente gli odori della lettiera, è molto probabile che il gatto, invece, la senta come “sporca”. Il rischio è che il gatto si abitui a fare i suoi bisogni fuori dalla lettiera: un comportamento sbagliatissimo, che sarà difficile da togliere. Pulite la lettiera almeno tre volte a settimana e abituatevi a togliere immediatamente alcuni bisogni. Sia il gatto che voi ne trarrete giovamento.

Articoli Simili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top
ItalianEnglishFrenchGermanRussianSpanishPortugueseArabicJapaneseChinese (Simplified)