Bobby Greyfriars, amico fedele anche dopo la morte!

la storia di bobby greyfriars e john gray

Il cane è il miglior amico dell’uomo. Quante volte abbiamo sentito questa frase?

I cani sono la massima espressione di amore, lealtà e fedeltà nei confronti degli umani, l’amicizia che provano per il loro padrone è così forte che in molti casi neppure la morte è capace di cancellarla. Questa è la storia di Bobby Greyfriars.

article-2021906-0d49279100000578-899_634x995Bobby era il terrier di John Gray, un poliziotto di Edimburgo morto di tubercolosi il 15/02/1858. Il giorno del funerale del suo padrone, Bobby seguì il corteo funebre fino al cimitero di Greyfriars dove l’uomo venne sepolto. Per 14 anni, rimase vicino alla tomba di John, allontanandosi solo per bere acqua o procurarsi del cibo. Bobby si trasformò in una vera e proprio leggenda a Greyfriars e continuò a fare la guardia accanto alla lapide del padrone, fino alla sua morte avvenuta nel 1872.

La sua storia ha commosso a tal punto da dedicargli un film che forse molti di voi hanno visto ma non pensavano si trattasse di una storia
vera. Il film è stato prodotto dalla Walt Disney nel 1960, e fu la prova che la sua storia ha lasciato un segno profondo nella popolazione, non solo di questa cittadina, ma di tutto il mondo.


I resti di Bobby sono stati seppelliti a poca distanza da quelli del suo padrone ed una statua è stata eretta in suo onore in una piazza all’entrata del cimitero, dove tutt’oggi è possibile portare i propri omaggi ai due.

Sulla statua è stata fatta incidere questa frase: “La sua lealtà e devozione, siano di lezione per ognuno di noi.”

Questa è la storia di Bobby Greyfriars.

Articoli Simili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top
ItalianEnglishFrenchGermanRussianSpanishPortugueseArabicJapaneseChinese (Simplified)