Jack Russel EROE salva bambini attaccati da Pitbull

la storia di george, il jack russel che salva dei bambini da un attacco di pitbull

Sono numerosi i casi di cronaca che riportano episodi di cani che all’improvviso perdono la lucidità e attaccano gli umani, ma sono anche numerosi i casi opposti, come quello avvenuto nel 2007, per la precisione il 29 aprile a Manaia, una piccola cittadina della regione Taranaki, in Nuova Zelanda.

george jack russel save children from pitbull attackLa vicenda ha come protagonisti un gruppo di cinque bambini di età compresa tra i quattro e i dodici anni, un cane di razza Jack Russell Terrier di nome George e una coppia di Pitbull. “Stavamo giocando tutti insieme, e dopo poche ore decidemmo di tornare a casa, quando svoltando al primo angolo ci imbattiamo in una coppia di Pitbull che mostravano atteggiamenti aggressivi, sembravano impazziti” così inizia a raccontare Alan Gay, uno dei bambini e padrone di George.
Eravamo tutti spaventati” continua “Così George senza esitare tanto è andato incontro alla feroce coppia iniziando ad abbaiare e ringhiare, ma i pitbull hanno reagito con violenza, e contemporaneamente gli hanno morso testa e schiena, lasciandolo a terra gravemente ferito”.

Pochi istanti dopo l’inizio dell’aggressione, i pitbull sono stati raggiunti dai rispettivi padroni che li hanno allontanati dall’ormai gravemente ferito George, che è stato subito portato da un veterinario. Qui, Alan Gay, sotto consiglio del medico veterinario, ha dovuto prendere la durissima decisione di praticare l’eutanasia, perché stando al parere del dottore le ferite erano così gravi che il George non avrebbe più potuto condurre una vita normale e che difficilmente avrebbe superato la notte.


In seguito, sono stati abbattuti anche i due pitbull ritenuti pericolosi per la società, dopo un attenta analisi di veterinari ed educatori cinofili.

Quando ho saputo della morte degli altri due pitbull non sono stato felice, perché ormai io non avevo più George, avrei solo voluto che i padroni fossero stati più attenti”. Così conclude il racconto, l’ancora affranto Alan.

Una volta saputa la triste ma emozionante storia di George, la New Zeland SPCA (società per la protezione degli animali) gli ha conferito una medaglia d’oro per il suo altruistico coraggio nell’aver salvato il gruppo di bambini dedicandogli una statua.

Qui, il link diretto del sito governativo della Nuova Zelanda, con tanto di commemorazione alla storia di George.

Articoli Simili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top
ItalianEnglishFrenchGermanRussianSpanishPortugueseArabicJapaneseChinese (Simplified)