Aperta la caccia ai LUPI! Autorizzato lo STERMINIO!

aperta la caccia ai lupi

“Ora siete autorizzati ad uccidere il 70% dei lupi”: è questo il messaggio pubblicato sui giornali in tutta la Norvegia. La decisione è stata presa su pressione degli allevatori di bestiame, ma gli animalisti insorgono: “Così si mette a rischio lʼintera specie provocandone l’estinzione“.

Il Governo Reale di Norvegia ha autorizzato l’uccisione del 70% dei lupi presenti nel paese, ciò vuol dire 47 esemplari su 68 identificati. Era dal 1911 che non veniva presa una misura così drastica contro la proliferazione della specie. Gli ambientalisti norvegesi avanzano una protesta rumorosa “Fermate il massacro, questo è un piano di sterminio“.


La decisione è stata presa a seguito degli appelli degli allevatori che hanno subìto gravi danni al bestiame a causa delle scorrerie dei lupi, portando alla morte molti animali da pascolo, in particolare pecore.

La decisione governativa è stata accolta con entusiasmo dai cacciatori, molto numerosi nel Paese. Gli unici ad opporsi sono i gruppi animalisti, che contestano i dati forniti sui danni alla pastorizia, ritenendoli falsificati per poter arrivare alla decisione di aprire la caccia contro i Lupi. Nina Jensen, capo del Wwf in Norvegia, ha rilasciato un’intervista al quotidiano inglese The Guardian: “I problemi degli allevatori sono minimi. Questo è un massacro, uccidere il 70% dei lupi non è degno d’una popolazione che si vanta di essere un esempio di ambientalismo“.

Gli animalisti collaborano con il WWF intenzionati a fermare la mattanza, col pericolo di estinzione della specie. Tra i 47 lupi di cui è stata autorizzata ufficialmente l’uccisione, ce ne sono alcuni facenti parte di una riserva naturale a loro dedicata.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top
ItalianEnglishFrenchGermanRussianSpanishPortugueseArabicJapaneseChinese (Simplified)